• Posts Tagged ‘water’

    La cisterna colorata di Brooklyn

    by  • 11 settembre 2012 • Architettura, ColorWhat? • 0 Comments

    New York è una delle poche metropoli al mondo che ha conservato le antiche cisterne d’acqua sui tetti. Sarebbe anche un buon tema sulla questione -recuperiamo l’acqua piovana e rendiamo le nostre abitazioni, i nostri quartieri più ecosostenibili-…ma questo è un altro discorso….qui si parla di icone, di design, di arte…di memorie e sì, di riciclo!

     Tom Fruin ha creato la sua opera d’arte: la “Watertower”, realizzandola con oltre mille pezzi colorati di plexiglass che ne riflettono la luce. Affascinato dalle antiche cisterne d’acqua che ne caratterizzano lo skyline newyorkese, Tom ha optato per una scelta decisiva e di carattere, rimanendo fedele alla storia e ai “ricordi” della città ormai segnata da queste cisterne, ha voluto fortemente recuperare questa “memoria” per ripresentarla la pubblico con una nuova veste…colorata!

    I frammenti sono materiali di scarto, recuperati nei dintorni dall’artista, che li ha rimessi insieme in un collage, divenuto quasi una bandiera simbolica del quartiere. che ne pensate?

    Visita il suo sito qui and Live your fancy, Bluecurly

    Elements Creative: mix the digital art!

    by  • 1 luglio 2012 • ColorWhat? • 2 Comments

     

    Prendete un corridoio dell‘Accademia delle arti e nuove tecnologie di Roma, una pausa, qualche sigaretta e tre ragazzi con tanta voglia di fare! Ecco nascere ELEMENTS CREATIVE! Una miscela di passioni, di volontà e di giovani esperienze che non possono che fare bene a questo vecchio Paese!

    Si tratta di Angelo Germano Matteo Gallinelli e Giuliano Antonio Lo Re, e si parla di Web Design, Digital Art, Digital Photography…Roba buona!  Il destino quindi ha voluto che queste tre “componenti” divenissero parte di un progetto, e che a loro volta inziassero quasi per gioco a comporre, miscelare, scegliere di amalgamare diversi “elements”, creando nuove forme, nuovi colori, nuovi messaggi. I loro lavori, che potrete guardare su Behance, abbracciano una filosofia che poco si allontana da quella che abbiamo da sempre ritrovato nella storia dell’arte, la Composizione. La scelta degli elementi, degli ingredienti da utilizzare così come per un quadro, per una fotografia, per un’istallazione, diviene per gli Elements Creative, un punto di partenza fondamentale, da cui partire per iniziare la miscela….e in questo caso, scattare! Qualcuno forse ha avuto la possibilità di incontrarli al Circolo degli artisti di Roma, che ha esposto i loro lavori fino al 28 Giugno scorso.

    Dopo aver indicato la lista che ha dato vita agli Elements, procediamo con quella che ha dato vita ai progetti di questo bel trio! Basta poco: un cubo di vetro pieno d’acqua, vernici, olio, inchiostri, acrilici da miscelare fino ad ottenere la giusta densità e magari un uovo! Ultimo elemento fondamentale, l’occhio: una buona canon 5D mark II può andar bene!

     SUB PLANT - INK, NATURE, WATER…WHAT ELSE? 

    SUB PLANT è uno dei tre progetti che Colorwhat ha scelto di presentarvi! Iniziamo da quello che forse cerca di esprimere uno dei più nobili messaggi che l’uomo possa trasmettere. Il contatto indissolubile che abbiamo col mondo naturale. Anche in acqua questo legame rimane forte, fissato da quelli che sono gli inchiostri, le miscele delle nostre esperienze, delle nostre azioni, che hanno un effetto sulla natura, come sul piccolo bonsai usato nell’esperimento. Che ne pensate?

    EGGSPERIMENT

    Abbiamo parlato di un uovo prima? Sì! Per l’EGG ESPERIMENT, ancora un elemento naturale, unicellulare questa volta, che diviene parte degli scenari quasi primordiali, che in una soluzione d’acqua (è il caso di dirlo, brodo primordiale) interagisce con altri elementi, restituendo immagini sorprendenti e affascinanti!

    I risultati più strani sono stati ottenuti provando a miscelare anche la vernice con l’acqua all’interno dell’uovo. Gli stessi Element Creative sono stati sorpresi da come il colore del tuorlo avesse determinato scenari e miscele interessanti. Guardate anche le altre foto mi raccomando.

    VARNISH IN MOOD

    Concludiamo questo piccolo viaggio nel mondo degli Elements Creative con VARNISH IN MOOD, un’esperienza incentrata principalmente sul colore. E’ un pò come ripercorrere i primi passi degli Elements. La collaborazione nasce infatti inizialmente per indagare il potenziale del colore nell’acqua. Un materiale, il colore, con una consistenza effimera, non più fisica come il tuorlo o il bonsai, ma labile, momentanea. Una sfida, quella degli Elements che hanno tentato di “tramutare la natura effimera del colore, in un corpo, con una propria consistenza, una sua densità”.

    “La fotografia è probabilmente fra tutte le forme d’arte la più accessibile e la più gratificante. Può registrare volti o avvenimenti oppure narrare una storia. Può sorprendere, divertire ed educare. Può cogliere e comunicare emozioni e documentare qualsiasi dettaglio con rapidità e precisione.”

    Con le parole di John Hedgecoe, uno dei maestri della Fotografia Digitale, ho voluto omaggiare gli Elements Creative, augurandomi che anche voi siate rimasti affascinati o almeno incuriositi dalla loro esperienza compositiva, incentrata proprio sul dettaglio e sulla rapidità. Continuiamo a seguirli!

    Live your fancy, Bluecurly


    Ink down the water.

    by  • 14 marzo 2012 • ColorWhat? • 0 Comments

    Lo so, lo so, vi starete dicendo: Fake RedHead s’è messa anche a storpiare i grandi classici come Smoke on the Water, ma che ci volete fa? Sono proprio fatta così e quindi mi si deve accettare.

    Oggi parliamo di Alberto Seveso, graphic designer ed illustratore nostrano che mixa l’inchiostro all’acqua e ne trae bellissime fotografie ad alta velocità, roba che wallpapers per desktop migliori di questo non se ne possono proprio trovare! Giuro!

    Date un’occhiata:

     

    qui gli originali

    qui l’originale

    Potete trovare altre foto interessanti qui ed un progetto molto figo qui.

    Beh per oggi è tutto miei amatissimi colorini, ergo vi scrivo qui la mia solita tiritera:

    La vostra Finta TestaRossa vi saluta e

    ricordate : Fake Red is the new Black.