• Posts Tagged ‘art’

    “Door to Door” Ceramiche per il Centro storico di Salerno

    by  • 2 novembre 2012 • Architettura, ColorWhat? • 0 Comments

    Salerno centro storico: via mercanti, via duomo, via S.Pietro a Corte

    Cari colorini, cari lettori, ricordate l’intervista che ha permesso a Colorwhat di avvicinarsi al laboratorio delle arti ceramiche di Vietri? Pierfrancesco Solimene ci ha aperto le porte a un mondo di colori, di arte, di artigianato e di storia che va assolutamente salvaguardato e considerato come un’occasione che il territorio, inghiottito dal grigiiuume di interventi urbanistici ed edilizi poco felici, può utilizzare per impreziosirsi e riscattarsi.

    Quello che vedete nelle immagini è ad esempio un intervento che si è tenuto  nel mese di settembre 2012, sotto la direzione della soprintendenza di Salerno. “Il progetto curato da Marco Alfano ha previsto le realizzazione di 12 piastre in ceramica inserite  in maniera permanente nel manto stradale del centro storico. Le piastre simboleggiano organismi riemersi, fossili marini che riaffiorano nel mezzo della civiltà. Si è deciso di posizionarli in alcuni punti focali della città, inserendoli in maniera delicata senza sconvolgere la geografia dei luoghi, lasciandoli assorbire dall’architettura preesistente, in modo da scovarli e scoprirli nel quotidiano.”

    Vi invito a seguire Solimene Art Ceramiche, Colorwhat è un fan e un sostenitore appassionato e speriamo che artisti, artigiani, o semplicemente “uomini” appassionati al proprio lavoro, emergano da una realtà poco fiduciosa grazie al prodotto delle “proprie mani” e della volontà di migliorare la qualità delle nostre vite….anche se questo significa “rompere” i soliti schemi preposti e “innescare” nuovi materiali, nuovi simboli, nuove “unità” che ben si sposano in una maglia decisa e preordinata come quella di una banale pavimentazione di strada.

    Buona visione e buona passeggiata! Questo vuole essere anche un invito per visitare la città di Salerno.

    A presto, Blucurly.

     

     

    La cisterna colorata di Brooklyn

    by  • 11 settembre 2012 • Architettura, ColorWhat? • 0 Comments

    New York è una delle poche metropoli al mondo che ha conservato le antiche cisterne d’acqua sui tetti. Sarebbe anche un buon tema sulla questione -recuperiamo l’acqua piovana e rendiamo le nostre abitazioni, i nostri quartieri più ecosostenibili-…ma questo è un altro discorso….qui si parla di icone, di design, di arte…di memorie e sì, di riciclo!

     Tom Fruin ha creato la sua opera d’arte: la “Watertower”, realizzandola con oltre mille pezzi colorati di plexiglass che ne riflettono la luce. Affascinato dalle antiche cisterne d’acqua che ne caratterizzano lo skyline newyorkese, Tom ha optato per una scelta decisiva e di carattere, rimanendo fedele alla storia e ai “ricordi” della città ormai segnata da queste cisterne, ha voluto fortemente recuperare questa “memoria” per ripresentarla la pubblico con una nuova veste…colorata!

    I frammenti sono materiali di scarto, recuperati nei dintorni dall’artista, che li ha rimessi insieme in un collage, divenuto quasi una bandiera simbolica del quartiere. che ne pensate?

    Visita il suo sito qui and Live your fancy, Bluecurly