• I soffitti “brillanti” della città di Vienna

    by  • 15 giugno 2012 • Architettura, ColorWhat? • 2 Comments

    Un’atmosfera così rilassante e decisamente unica la potete trovare solo al 18 ° piano del Sofitel Hotel Vienna Stephansdom, dove potrete gustare la cucina del ristorante dell’hotel di lusso, mentre osserverete il meraviglioso panorama della città di Vienna. L’intero edificio, per la maggior parte vetrato,  è costantemente  illuminato dalla luce naturale che crea riflessi colorati “impreziosendo” l’ambiente soprattutto grazie ai soffitti quasi brillanti che contribuiscono a creare un ambiente davvero originale.  Se di giorno siamo in un ambiente luminoso, delicato e accogliente, di notte siamo avvolti da un’atmosfera quasi surreale! Insomma guardate *ò*

    Grazie ad un gioco festoso di luce e di riflessi, l’edificio è in grado di generare una continuità tra l’interno e l’esterno.Nell’intento di perfezionare questa estetica purista, l’artista svizzero Pipilotti Rist ha creato luminosi soffitti con videoproiezioni multicolori, mentre l’architetto paesaggista francese Patrick Blanc ha realizzato un magnifico giardino verticale, una parete “vivente” ricoperta da 20.000 specie vegetali.

    Ancora una volta ci troviamo di fronte a un progetto che ha saputo coniugare l’arte con l’architettura. Ma prima di continuare ad illustrare ogni piccolo angolo di questa struttura, presentiamo il suo artefice, la mente del progetto: l’Architetto Jean Nouvel . Di fama internazionale, l’architetto ha magistralmente integrato la sua visione contemporanea nell’architettura tradizionale viennese. Sul sito dell’hotel di lusso si legge anche: ” Inserito nel prolungamento di una facciata a vetri, un tetto galleggiante a sbalzo consente alla luce di inondare la spaziosa hall d’ingresso, illuminando al contempo i 5 piani superiori. Le eleganti facciate bianche, nere e grigie riflettono l’arredo monocromatico delle camere.”

    Le 156 stanze e 26 suite di questo hotel di lusso a Vienna – 15 Junior, 3 Sofitel Black, 7 Prestige e un Magnifique – sono raffinate, contemporanee e monocromatiche, come possiamo vedere dalle foto. Vanno a sottolineare la sapiente scelte fatta dall’architetto nel lasciare agli spazi intimi delle camere colori neutri, rilassanti e appunto..monocromi, in contrapposizione con quegli ambienti collettivi e di incontro, come il ristorante, caratterizzato dagli splendidi e vivaci soffitti colorati.
      Dalle sezioni e altri disegni che troverete qui noterete un’altra particolarità dell’edificio, una sorta di  tetto inclinato galleggiante che sembra fondersi in una facciata in vetro permettendo alla luce di flusso nella hall spaziosa e illuminando i 5 livelli superiori.
    Che dire colorini, sarà un caso che noi di ColorWhat vi segnaliamo tutte queste belle esperienze architettose riguardati questo o quell’ albergo? come il Color Design Hotel, l‘Hotel Fox o ancora il Pantone Hotel? Sarà che vogliamo istigarvi a viaggiare! O perchè no, ad andare alla ricerca di colori! Ricordate followers, potete inviare le vostre foto alla sezione Your colors, creando così il vostro post sul nostro blog e se mai vi siete trovati in posti del genere, bhè perchè non condividerli con noi??? Live your fancy, Bluecurly

    About

    Amare tutto, anche quello che ti fa soffrire. Ridere di tutto e con tutti, anche quando si ha voglia di piangere. Correre in mezzo alla folla, e indicare le cose più belle e più entusiasmanti che attirano l’attenzione di noi ancora bambini. Sì, ingenui pensatori il cui obiettivo è e sarà sempre trovare qualcosa di cui innamorarsi, perché dobbiamo pur trovare qualcosa che spicchi in questo grigiume di mondo no? E allo stesso modo, spiccheremo anche noi, ed eccoci qui. Tanti fiorellini Blu, che nella lingua francese è l'espressione che viene associata alle persone romantiche, idealiste, nostalgiche d’una purezza perduta . Ma dovevo pur metterci qualcosa di mio no? Associo al Blue un’altra caratteristica molto forte di me, i ricci! Siate tutti un po’ ricci, scombinati, capricciosi e fantasiosi! Ogni riccio un capriccio? Allora Live your own fancy!

    2 Responses to I soffitti “brillanti” della città di Vienna

    1. Pingback: הובלות

    2. 25 giugno 2012 at 17:34

      It’s truly very complex in this busy life to listen news on TV, thus I simply use the web for that reason, and get the most up-to-date information.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


    + 5 = 9