• Archive for agosto, 2012

    Green Pedestrian Crossing | Jody Xiong – DDB China.

    by  • 24 agosto 2012 • ColorWhat? • 0 Comments

    grren pedestrian crossing, jody xiong, color what.

    Green Pedestrian Crossing è un’installazione / performance di Jody Xiond dell’agenzia creativa cinese DDB. Nel tentativo di attirare l’attenzione degli abitanti del paese, la China Environmental Protection Foundation, l’ente per la tutela ambientale, ha affidato alla DDB lo sviluppo di una campagna che inviti i cittadini ad abbandonare la macchina per camminare.

    Installata ai margini di un intersezione pedonale dove automobilisti e pedoni si incrociano, l’installazione, grazie a due cuscinetti di spugna imbevuti di vernice lavabile e ad asciugatura rapida consente ai pedoni didisegnare con le proprie scarpe la chioma di un albero sul manto stradale.

    Inizialmente posizionato su sette strade principali di Shanghai il progetto è stato ampliato successivamente su 132 strade in 15 città della Cina, permettendo di partecipare alla performance più di 3,920,000 persone.

    Immagine anteprima YouTube

    In estate vi annoiate un pò? che pall.ine! Suspended Bouncy Ball

    by  • 13 agosto 2012 • ColorWhat? • 0 Comments

    Atomic: Full of Love, Full of Wonder  è stata un’istallazione datata 2005 e messa in opera da un artista, Nike Savvas! L’istallazione che noiosa sicuramente non era, è stata accolta nell’ Australian Centre for Contemporary Art in Melbourne. La galleria che l’artista ha creato semplicemente tenendo in sospensione queste piccole palline colorate, crea un effetto piuttosto curioso…no?

     

    Do you know Muti Randolph?

    by  • 5 agosto 2012 • ColorWhat?, Fotografia • 0 Comments

    “Il advient parfois que l’oeuvre d’un artiste vous fasse tomber amoureux”
    Capita a volte che il lavoro di un artista vi faccia innamorare no? E’ quello che sostiene Muti Randolph , artista, architetto, e computer addict-di Rio de Janeiro- che cancella e ridisegna i confini di diversi spazi per creare grafiche e scultoree per i set, come discoteche o concerti.  Si tratta quindi di  un mixer di grafica, illustrazioni, sculture, luce e musica, la sua più grande ispirazione per la quale elabore magnifiche scenografie che mettono in risalto il gusto per il colore e figure geometriche ben definite, che quasi “tagliano” lo spazio e si proiettano come indiscusse protagoniste della scena. Infatti al Coachella 2011, Randolph ha presentato un Mirage senza soluzione di continuità e un’ installazione visiva che ha portato a vivere il concerto  non solo con l’udito, ma anche con la vista.
    Le esperienze create da Randolph sono “esperienze di immersione totale”. Ci lascia in un labirinto di luce LED in cui giocare con la luce e le diverse forme che le scie luminose creano.  Si sviluppa uno spazioextra-sensoriale e l’ architettura, il design e la musica si intrecciano sensualmente. Leggete ancora di più sul sito e gustatevi i video, immaginando di proiettarvi in questi spazi quasi inimmaginabili ispirati interamente al mondo dell’elettronica e della discoteca! Enjoy!
    Immagine anteprima YouTube
    Immagine anteprima YouTube